Mercoledì  20 settembre 2017  - 05:40

   
» S. Maria di Leuca
» Otranto
» Gallipoli
» Lecce
» Castel del Monte
» Castellana Grotte
» Alberobello
» Oria
» S. Giovanni Rotondo
» Vieste
» Francavilla Fontana
   
» Gallipoli
» Vieste
» Otranto
» Porto Cesareo
» Campomarino
   
» Gli aereoporti
» Le stazioni
» La rete stradale
   
» Forum
» Assistente virtuale
» Gli eventi in Puglia
» Gastronomia tipica
» Le foto di  Pugliavacanze
» I video di Pugliavacanze
» Lavora con noi
   
» Settimana Santa
» Torri costiere
   
» Cartoline virtuali
» Cinema
   
» Pubblicità
» Lo Staff
   
   

   

 

OTRANTO

 
     
  OtrantoOtranto. Punta più ad Oriente della penisola italiana, mostra nelle sue bellezze, tutta la presenza di forti influssi bizantini, soprattutto nella sua Cattedrale. Il fascino misterioso di questa città, si evidenzia già dal simbolo cittadino, la "Torre del Serpe" (a sud est della città), legata a leggende e misteri di guerra e di mare: si narra che un gigantesco serpente marino, durante la notte, risalisse dal mare per ingoiare l'olio della lanterna del faro, provocando così il naufragio di molte navi di passaggio. Questo senso quasi d'inquietitudine arriva anche dalla nota vicenda avvenuta nel 1480, in cui ci fu l'assalto dei Turchi ed il massacro di 800 otrantini, i cui resti sono ancora conservati nella cattedrale. Questa conserva inoltre un bellissimo mosaico del 1163, esteso su tutta la campata centrale, quasi a fare da tappeto, raffigurante un giganteso albero della vita, a simboleggiare un intero universo epocale, con temi occidentali e tradizioni orientali, passando dall'antico Testamento alle vicende cavalleresche della Tavola Rotonda, i segni zodiacali, l'Inferno, il Paradiso, l'Apocalisse. Il castello invece è frutto dell'opera di fortificazione da parte degli spagnoli, che a seguito del massacro del 1480, decisero di fortificare la città, con torrioni circolari ed alte mura di cinta, a dare al centro stirico una forma simile ad una grossa nave. Florida è la presenza di strutture ricettive alberghiere, site tra pineta e spiagge, ricche di scogli ed arenili, di locali notturni e di ristoranti in cui gustare i sapori tipici di questa parte del Salento.